Dott. Tiziano Iemmi

Da sempre appassionato di tutto ciò che vivo e selvatico (meglio se un po strano), la mia prima esperienza di allevatore l'ho avuta in tenera età con una coppia di bengalini regalatami da mio zio; mi innamorai istantaneamente di quei due uccelletti, gli fornii il nido e li posizionai in un angolino tranquillo del salotto (nonostante le rimostranze di mia madre).

Parassitismo

La vedova paradisea e il cuculo: due casi di parassitismo del nido.
Tutti i cuculi fanno sempre cucù qualunque sia la femmina adottiva, questa è la differenza principale con la vedova che hanno differenti modi di cantare a seconda di chi le ha allevate. Si vengono così a creare diverse sottopopolazioni in base al tipo di canto.

Allevamento e Conservazione

Sempre più spesso le attività umane interferiscono con la natura alterandone gli ecosistemi, mettendo a rischio la sopravvivenza delle specie animali e vegetali che li popolano. Nell'anno 2000, quasi 1.200 delle circa 9.800 specie conosciute di uccelli (cioè circa il 12%), era considerato in pericolo. Di queste, quasi 700 erano classificate come "vulnerabili", più di 300 come "minacciate" e quasi 200 "in condizioni critiche".

La Balia nera

In primavera il maschio corteggia una femmina e appena questa depone il primo uovo, lo stesso maschio si allontana da lei per andare a corteggiare un’altra femmina nelle vicinanze.Torna poi dalla femmina primaria e spende le sue energie per nutrire i nidiacei di questa.
Le statistiche riportano che a una media di 14 consegne di cibo/ora ai pulcini della femmina primaria, se ne contrappongono solo 7 per quelli della secondaria.Sopravviveranno così un numero inferiore di piccoli: 3,4, contro 5,4 di quelli della femmina primaria.