Il tipo Nero

Il tipo denominato Nero, un tempo era correttamente chiamato Nero- bruno e corrisponde a quello selvatico.
Il canarino delle Canarie è verde per la coesistenza di nero, bruno e giallo; il giallo è un mutato nato allo stato domestico.

Le categorie: Brinato, Intenso e Mosaico

Il concetto di categoria è molto presente fra gli allevatori del Canarino, quasi del tutto sconosciuto nelle altre specializzazioni. Non che nelle altre specie non vi sia la categoria, ma non avendo subito mutazioni viene spesso ignorata.
Il Canarino selvatico è Brinato, vale a dire che il pigmento lipocromico non raggiunge l’apice delle penne tectrici che rimane biancastro, una sorta di lunetta.

Il tipo Agata

Il tipo Agata è il frutto di una mutazione recessiva e legata al sesso. Tale mutazione comporta la riduzione delle melanine; agisce sia sull’eumelanina che sulla feomelanina.
L’eumelanina è ridotta ma non resa sbiadita, il disegno appare sottile e discontinuo ma ben nero nei soggetti tipici, becco e zampe diventano carnicini, sempre nei più tipici, la pelle è pure molto schiarita ed appare grigio chiaro, praticamente biancastra.