Dott. Tiziano Iemmi

Da sempre appassionato di tutto ciò che vivo e selvatico (meglio se un po strano), la mia prima esperienza di allevatore l'ho avuta in tenera età con una coppia di bengalini regalatami da mio zio; mi innamorai istantaneamente di quei due uccelletti, gli fornii il nido e li posizionai in un angolino tranquillo del salotto (nonostante le rimostranze di mia madre).

In poco tempo da due divennero 6, poi 10, poi 15 insomma cominciai a riempire casa di gabbiette chiassose, fin tanto che mia mamma non mi diede lo sfratto e mi fece sgombrare tutto in cantina, concedendomi di tenere al massimo una gabbia in casa devo dire che la mia passione per gli animali non convenzionali in questi anni mi ha spinto ad affinare accuratamente le mie doti diplomatiche.

In seguito allevai diverse specie come canarini, diamanti di Gould, ondulati, calopsitte, ma il momento di svolta per la mia passione fu quando mio padre mi portò a casa un piccolo Agapornis roseicollis, che si rivelò poi nel tempo essere femmina,ricordo ancora la prima volta che tentai di avvicinarlo con la mano..con scatto viperino e precisione chirurgica mi conficcò la punta del becco alla base dell'unghia, come si dice “scanta nador”;...... e da li lo chiamai trappola.

Dopo il primo contatto poco promettente, mi armai di pazienza e comincia a provare ad ammansirlo, devo dire che fu una esperienza rivoluzionaria per me, fino a quel momento avevo visto gli uccelli solo a distanza in libertà o dietro una grata, era meraviglioso interagire ed in qualche modo comunicare con quel fagottino di penne che giocherellava con me, faceva qualche esercizio in cambio di biscottini o di grattatine sulla fronte ed ogni tanto si arrabbiava un po, facendomi assaggiare il suo beccaccio.

A mio avviso allevare psittaciformi può dare soddisfazioni immense, ma di certo avere un pappagallo come pet è un esperienza unica e meravigliosa, che richiede però enorme pazienza e passione.

Da lì in poi cominciai ad interessarmi allo studio del comportamento degli uccelli ed iniziai ad occuparmi di falconeria, antica disciplina che insieme a due miei amici falconieri professionisti cerchiamo di coltivare in chiave moderna, basandoci sulla conoscenza scientifica dell'etologia e dell'ecologia di questi uccelli (le antiche pratiche tradizionali meritano rispetto per il loro valore storico e culturale ma di certo prima di essere applicate in campo vanno scrupolosamente rivisitate con occhio critico).

Oggi sempre più appassionato cerco di far coincidere l'utile al dilettevole, occupandomi da veterinario delle mie due più grandi passioni, l'ornitologia e l'erpetologia.

Il sogno di domani sarebbe quello di poter contribuire in prima persona nella conservazione delle specie, promuovendo l'allevamento in ambiente artificiale come punto essenziale nei progetti di salvaguardia delle popolazioni selvatiche, concetto che trova radici antichissime, in fondo il principio dell'Arca di Noè!!!!......ampiamente consolidato in gran parte del mondo in Italia un po meno.

Comments

Ciao Tiziano

io condivido, almeno in parte, la tua passione. Possiedo due cocorite che adoro e mi tengono molta compagnia. Uno di questi è anche quasi domestico. Mi sono letteralmente innamorata dei Diamnti di Gould e ho cominciato a leggere e frequentare forum sull'argomento. Sto cercando degli allevamenti dove vedere, valutare ed evntualmente prendere una coppia di Gould. Vivo a Parma da non molto e non sono riuscita a trovare qui vicino degli allevatori (o dei negozi affidabili) dove trovarli. Vista la tua passione ed il tuo lavoro pensavo mi potessi dare qualche dritta su dove trovarli a Parma o nelle vicinanze e su come cominciare un piccolo allevamento. 

Per il momento ti ringrazio!

Elisa

Ciao Elisa,

si in effetti i negozi per animali molto spesso non sono particolarmente affidabili, anzi, pultroppo sono spesso gestiti da personale non preparato e motivato/appassionato, o peggio ultimamente ci si imbatte in attività commerciali nelle quali vengono inseriti animali esotici estremamente delicati e di difficile gestione con finalità puramente di marketin e richiamo clientela..."un piccolo zoo...mal gestito.....nel negozio"....con situazioni che sfiorano (per esser mooolto moderati) il maltrattamento.

comunque ci sono anche negozi seri gestiti da persone competenti.

non so se hai provato a rivolgerti al negozio "Pazzi per gli animali"....in via Picasso......è gestito da un amico esperto ed appassionato allevatore ornitolologico che certamente saprebbe aiutarti nel reperimento degli esemplari.....

per quanto riguarda la gestione sono esotici piuttosto delicati.......specialmente per quanto riguarda la riproduzione.....necessitano di particolari nidi con la camera oscura......ed a volte possono avere scarse attitudini all'imbecco.....con morte dei novelli.....per questo sarebbe bene avere anche qualche coppia di passeri del giappone (come balie) di scorta in caso di abbandono della covata......anche se ho notato che gli ancestrali lasciati tranquilli spesso svezzano ottimalmente senza problemi.

altre cose......alimentazione solita miscela semi da esotici, pastoncini in pre cova (occhio ai grassati....carico epatico), frutta verdura (se la mangiano, ben venga), una buona integrazione vitaminica, un locale ben ventilato e tranquillo, luce....fondamentale!!!.......l'ideale sarebe luce naturale di base + se necessario lampada a fluorescenza (sempre + altra fonte di luce per evitare effetto stroboscopico).....

questi sono bene o male i punti di base.

comunque per dubbi o info più specifiche chiedi pure!!

Intanto grazie mille!

Seguirò sicuramente i tuoi consigli e ti terrò presente in caso di necessità. Il negozio che mi hai cosnigliato lo conosco e devo ammettere che trai tanti che ho girato mi ha fatto un'ottima impressione. Ci volevo già tornare, ma ora ci tornerò sicuramente!

Ti farò sapere come procede la mia ormai prossima esperienza con i Diamanti di Gould. :)

Elisa

Aggiungi un commento