La mutazione Pastello

Le mutazioni che si verificano interessando le melanine determinano nuovi tipi.I tipi base sono: il nero (selvatico), il bruno, l'agata e l'isabella.I tipi subentrati in seguito si chiamano aggiunti, si aggiungono e possono interagire coi tipi base. 

 

Il PASTELLO è una mutazione recessiva e legata al sesso, si rileva la presenza di geni complementari o modificatori, non legati al sesso, che hanno effetto additivo nei confronti del carattere prodotto dal gene maggiore, rendendolo più tipico. L'effetto della mutazione è quello di ridurre le melanine.

Se non ci sono interazioni si classifica come nero pastello che si divide inoltre in nero pastello e nero pastello ali grigie. Il nero pastello non presenta l'effetto dei geni modificatori e somiglia ad un classico ridotto, l'eumelanina è grigio antracite, la feomelanina bruna è ridotta. L'ali grigie ha un interessante effetto ulteriormente riduttivo sull'eumelanina che diventa color grigio alluminio.

Le due linee non vanno mescolate per non avere forme intermedie prive di valore.

Se si usano soggetti classici non devono essere imparentati con la forma diversa.

IL BRUNO PASTELLO è costituito dall'interazione di bruno e pastello. È prevista solo la forma corrispondente all'ali grigie che nel bruno pastello significa sostanzialmente senza disegno.Il disegno non si elimina mai totalmente specialmente nei maschi, ma si riduce moltissimo.La feomelanina bruna pur ridotta viene ricercata al massimo; creando una patina di bruno ridotto che ricorda un cioccolatino.Si seleziona in purezza o talvolta con portatori ricchi di bruno ma con scarso disegno, facendo coesistere una selezione ortodossa a favore dei geni modificatori e una espediente contro il disegno in quanto tale, utile ma non corretta su di un piano teoricamente rigoroso.

L'AGATA PASTELLO è l'interazione di agata e pastello corrisponde ad un agata ulteriormente diluito, il disegno eumelaninico assume tonalità grigio ferro, mantenendo l'espressione del classico, la feo è ancora più diluita del classico per la doppia azione delle due mutazioni.Nell'agata pastello non è previsto l'effetto ali grigie, quindi si evita l'azione dei geni modificatori.Per il resto si seleziona come l'agata classico. Eventuali portatori devono essere agata ottimi come classici.

I'ISABELLA PASTELLO è l'interazione di bruno, agata (che assieme danno l'isabella) e pastello.Contrariamente all'agata pastello e come nel bruno pastello si ricerca l'effetto dei geni modificatori che annullano, completamente o quasi il disegno. La feomelanina bruna è molto diluita e nei migliori si nota bene solo su remiganti e timoniere, sul dorso un velo leggerissimo.La selezione comporta accoppiamenti in purezza o meglio con agata classici portatori, già da diverse generazioni per avere i geni modificatori. È necessario che le mutazioni bruno e pastello siano sullo stesso cromosoma per avere più isabella pastello. Si dovranno ottenere tali portatori accoppiando agata x isabella pastello.Non è consigliabile accoppiare agata pastello x isabella altrimenti le mutazioni sono su cromosomi diversi. Pure sconsigliabile usare l'agata pestello, poiché nell' agata pastello non si vogliono i geni modificatori mentre nell'isabella pastello si. Una mescolanza creerebbe difficoltà gravi come tipo aggiunto e cioè pastello.

Giovanni Canali

Aggiungi un commento